Moto incidentata, quanto ci si può ricavare vendendola

moto-incidentata

Purtroppo, può capitare che a causa di un incidente stradale, nonostante i pochi danni riportati alla persona, lo stesso non si può dire del proprio mezzo tant’è che ci si potrebbe ritrovare con una moto incidentata irrecuperabile.

È risaputo che la maggior parte degli incidenti in moto si verificano per lo più in città dove il traffico è sicuramente maggiore rispetto ai paesini.

Ma al di là di questa piccola differenza, bisogna sottolineare che un incidente su due ruote comporta dei danni non solo estetici, ma anche ai componenti della moto come il motore, la forcella, i freni e la carrozzeria.

Questi ultimi sono molto costosi e a volte la riparazione supera nettamente il costo del mezzo in sé.

Inoltre, bisogna anche considerare il fatto che sicuramente avere una moto distrutta non è piacevole e comunque comporterà sicuramente delle conseguenze, ma può rivelarsi anche una buona opportunità per monetizzare e rientrare di alcune (o tutte) le spese dovute all’incidente.

In poche parole, esistono delle aziende che offrono un servizio di ritiro moto incidentate che sono disposte a pagare per la tua moto incidentata, se proprio non si può riparare in modo da poter evitare anche i costi della rottamazione.

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste questo servizio.

Approfondisci su Sanvitolive.it

Cosa fare della moto incidentata

Dopo un incidente, fino a non molto tempo fa, si usava portare la moto incidentata a casa e cercare di venderla privatamente o ancora meglio vendere i singoli pezzi rimasti funzionanti.

Questo avveniva per cercare di non perdere del tutto sia il mezzo che i soldi, ma ciò comportava molto tempo da dedicare a smontare i pezzi o a cercare un potenziale acquirente disposto a comprare il veicolo in quello stato.

Insomma, oltre al danno anche la beffa dal momento che sicuramente la cifra che si ricavava a volte era irrisoria; quindi, il gioco non valeva la candela.

Come calcolare il valore del veicolo incidentato

Partiamo da un punto fondamentale, ovvero quello che con il metodo descritto non si poteva ricavare granché, in più c’era sempre il dubbio e il problema delle truffe che si trovavano sempre dietro l’angolo.

Ebbene, va sottolineato che è facile farsi un’idea e un calcolo di quanto si può ricavare da una moto incidentata.

La prima cosa da fare è quella di partire dal prezzo iniziale del mezzo e a questa cifra bisogna togliere immediatamente il valore dell’usura (importo che ogni anno svaluta il mezzo, qualunque esso sia).

Da ciò che si ottiene bisogna sottrarre ancora il valore delle riparazioni che sono da fare su quella moto.

Ovviamente, si tratta di calcoli approssimativi anche se comunque si avvicinano di molto a quello che sarà effettivamente il guadagno finale; in questo modo sapremo se conviene procedere con la riparazione della moto incidentata oppure è meglio venderla.

A chi rivolgersi

Negli ultimi anni si è sviluppato un nuovo sistema, ossia quello del business del ritiro della moto incidentata.

Questo servizio, svolto da aziende specializzate, è destinato a tutti coloro che si ritrovano con una due ruote sinistrata che sia di piccole o grandi dimensioni.

Tali aziende, non solo si occupano di andare a recuperare il mezzo, ma si prendono carico anche di tutte quelle pratiche amministrative e burocratiche che riguardano il mondo delle moto.

Ma la prima domanda che sorge è: perché affidarsi a queste aziende?

La risposta è molto semplice, innanzitutto, perché consentono di risparmiare molto tempo e in secondo luogo perché sono in grado di fare una valutazione immediata di quanto si potrebbe ricavare con quello che rimane dalla moto incidentata.

Ritiro moto incidentata: come funziona

Solitamente questi servizi offrono un intervento rapido e pratico.

Tutto ciò che deve fare il cliente è contattare l’azienda tramite i numeri indicati, specificando la città di appartenenza e proponendo il proprio mezzo per una perizia.

I preventivi sono solitamente gratuiti, quindi è bene diffidare da chi chiede soldi in questa fase.

I pagamenti avvengono in maniera sicura e immediata, proprio per evitare di mettere il cliente in una situazione poco piacevole.